20 Settembre 2017


immagine di testa
News

Ripresa? Le imprese restano prudenti

02-09-2017 19:14 - DISTRETTO VENETO
29,08,2017

Ripresa sì, ma il mondo delle imprese vicentine continua a predicare prudenza, soprattutto per la seconda parte dell´anno. È il dato che emerge dalla "Analisi congiunturale del 2° trimestre 2017" divulgata dalla Camera di commercio. «Gli imprenditori vicentini del settore manifatturiero - riportano gli esperti dell´Ufficio statistica dell´ente camerale - prevedono una situazione stazionaria per quanto riguarda la domanda estera, mentre le previsioni per gli altri indici sono all´insegna della lieve diminuzione». In particolare, una maggiore fiducia nella crescita dell´export emerge dalle micro-imprese, ma è l´unico dato tendente al positivo rispetto a tutti gli altri indici indicati da piccoli e grandi produttori. E l´indicazione generale si traduce anche nell´articolazione per singoli settori del manifatturiero, fornita dal report.

ALIMENTARE-BEVANDE. È un settore che macina numeri, e infatti nel periodo aprile-giugno ha registrato un +1% rispetto al giugno di un anno fa per l´export e un lieve calo sul mercato interno (-0,7%), pur a fronte di produzione e fatturato aumentati. E non sono numeri tali da far volare anche le previsioni delle imprese del settore (che comprende anche il tabacco): è previsto un ulteriore aumento di export, ma una lieve diminuzione di ordini interni e quindi anche di produzione e di fatturato.

TESSILE-ABBIGLIAMENTO-CALZATURE. È un altro settore che ha visto crescita a giugno, rispetto ai dati di marzo, ma un calo di export e mercato interno rispetto a un anno fa. Le previsioni degli operatori non sono quindi buone: indicano "diminuzione" per produzione, fatturato, export e mercato interno.

CONCIA E PELLI. È un settore trainante del Vicentino, e per l´export ha visto segnare una media del +4% sia rispetto ai dati di inizio anni sia rispetto a quelli della metà del 2016, il che ha trainato anche il fatturato. C´è stato però un calo del mercato italiano (-2,1%) e quindi le previsioni per la seconda parte dell´anno anche in questo caso parlano di "diminuzione" per tutti gli indici.

LEGNO E MOBILI. In questo caso i dati di giugno sorridono alla grande, in particolare l´export che segna qualcosa come un +15% di export, il che ha trainato produzione e fatturato a dispetto di una domanda interna calata del -3,1%. Per questo le previsioni delle imprese rispecchiano lo stesso dato: "lieve aumento" per l´export e "lieve diminuzione" per gli ordini interni, con la produzione stabile e il fatturato in leggero calo.

GOMMA E PLASTICA. È un altro settore manifatturiero che a giugno ha registrato dati positivi per tutti gli indici, sia rispetto a inizio anno sia rispetto a un anno fa (con un +2% circa per export e per mercato interno). Non sono però numeri tali da far entusiasmare le imprese vicentine del settore, che prevedono per la seconda parte dell´anno un aumento sì dell´export, che trascinerà anche una lieve crescita dei fatturati, ma anche una stazionarietà della domanda interna e di conseguenza anche una leggera frenata a livello di produzione.

METALMECCANICA. Il settore "cuore" del manifatturiero vicentino va avanti bene (in un anno +2,4% sul mercato interno e +1,4% di vendite estere) ma anche qui domina la prudenza: prevista una lieve diminuzione per tutti gli indici, esclusa una stazionarietà dell´export.

GIOIELLERIA-OREFICERIA. In questo caso i numeri hanno segnato -6% per l´export rispetto a un anno fa, pur con una leggerissima crescita degli ordini interni: le imprese prevedono di far crescere produzione e fatturato, pur con previsioni di leggera diminuzione di export e vendite in Italia.

ALTRI SETTORI MANIFATTURIERI. È un settore residuale, ma in netta espansione: l´inizio anno non è stato tutto positivo, ma rispetto a un anno fa la domanda interna registra +6,6% e l´export +1,5%. Per questo le imprese sono fiduciose in un aumento sicuro delle vendite estere e in una leggera crescita di tutti gli altri indici.
Piero Erle

http://www.ilgiornaledivicenza.it/home/economia/ripresa-le-imprese-restano-prudenti-1.5922523



Fonte: IL GIORNALE DI VICENZA

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]