19 Maggio 2019

[]
News

Cassa integrazione: stop a 600 richieste

21-01-2017 09:43 - DISTRETTO PRATO
Prato, con le nuove procedure i dinieghi del´Inps sono passati dal 2 al 34%. Preoccupati imprenditori e sindacati: «Ecco cos´è successo» di Ilenia Reali

PRATO. L´ultimo pacchetto di richieste di cassa integrazione ordinaria elaborato dall´Inps era formato da 970 domande per la parte produttiva e 760 domande relative a imprese dell´edilizia. L´Inps di Prato ne ha respinte rispettivamente 345 e 249. Uno choc per le imprese che avevano fatto richiesta e che rischiano di non vedersi rimborsato quanto anticipato ai propri lavoratori per il periodo in cui sono stati senza lavorare.

Un colpo che potrebbe essere mortale se non si arriva a una soluzione in tempi brevi per molte piccole aziende e che mercoledì ha portato Confindustria, Cisl e Uil a incontrare il direttore dell´istituto previdenziale pratese Fabio Saponara e i suoi funzionari per capire cosa stesse succedendo.

«L´Inps ha rigettato - spiega il direttore di Confindustria Toscana Nord Marcello Gozzi- il 34% delle domande. In passato la media dei rigetti era del 2%. Non credo si tratti di un problema di volontà politica ma di problemi tecnici nella presentazione delle domande. Abbiamo sollecitato un incontro perché per noi è un problema enorme dal momento che le aziende di Prato non sono in grado di sostenere costi legati al mancato rimborso delle casse integrazioni». «La stretta - continua il direttore che all´incontro con l´Inps era rappresentato dal funzionario Andrea Lo Rocco - non riguarda solo Prato ma qui ha avuto un impatto maggiore. Siamo una realtà di piccole e medie imprese. Ci hanno spiegato all´Inps che ci sono delle imprecisioni nelle presentazioni delle domande e che seguendo le nuove direttive alla lettera se non siamo perfetti nella presentazione le richieste non vengono accolte. Tra gli errori più comuni, in base a quanto ci è stato detto, ci sono la non corretta compilazione del file relativo ai dipendenti e il contenuto delle relazioni tecniche».

Tra i presenti all´incontro insieme ai colleghi di Cisl (Mirko Zacchei, Luciano Sacchetti e Stefano Bellandi come presidente del Comitato Inps), di Uil (Qamil Zejnati e Rodolfo Zanieri) e di Cgil (il segretario Alessandro Fabbrizzi) c´era anche Adolfo Martino che per il sindacato di piazza Mercatale segue il Comitato provinciale Inps. «Eravamo preoccupati per tutte quelle domande bocciate - spiega Martino - e per questo come Comitato abbiamo chiesto l´incontro. Un tempo, quando c´erano le commissioni che valutavano le domande e di cui erano membri le parti sociali riuscivamo a capire meglio quello che stava succedendo correggendo subito il tiro».

«Ci è stato riferito - aggiunge Martino - che ci sono vizi procedurali che con i nuovi programmi è necessario siano corretti. Tra l´altro ci è stato segnalato dall´Inps che spesso i consulenti del lavoro non rispondono alle richieste di documentazione ulteriore. Di fatto con le nuove procedure, legate al job act è stata creata una burocratizzazione ulteriore e il rischio è che le aziende non chiedano più gli ammortizzatori sociali ma taglino direttamente i posti di lavoro».

Da parte dell´Inps c´è la volontà di trovare delle soluzioni. Lo garantisce il direttore regionale Paolo Sardi attraverso i suoi collaboratori. «Se le domande rifiutate hanno un problema di mancanza di requisiti - spiegano dall´Inps Toscana - non possiamo fare niente ma se si tratta di problemi di istruttoria le domande respinte possono essere corrette e riesaminate. Da qui abbiamo dato disposizione a tutte le province toscane di arrivare a superare il problema. Si è chiesto di creare dei tavoli tecnici in modo da illustrare nel dettaglio ai sindacati e ai rappresentanti delle imprese, perlopiù professionisti, qual è la procedura da portare avanti, entrando nei minimi dettagli. Basta un´interpretazione sbagliata per presentare domande non corrette».

«L´incontro di Prato - concludono dall´Inps - è stato propedeutico. Con i tavoli tecnici invece spiegheremo come compilare
i vari moduli e come presentare ogni aspetto delle domande. Non si tratta della creazione di sostituti delle ex commissioni che valutavano sulla singola domanda ma di incontri periodici quando ci troveremmo di fronte a errori frequenti per abbattere il numero delle domande respinte».

http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2017/01/21/news/cassa-integrazione-stop-a-600-richieste-1.14744752


Fonte: IL TIRRENO Prato

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Informativa Art. 13 legge 196/2003 Privacy

la Ditta Spalletti srl si impegna a proteggere la privacy degli Utenti, in particolare, attraverso procedure di sicurezza per proteggere i dati personali contro:

o L´accesso non autorizzato
o L´utilizzo improprio o la divulgazione
o La modifica non autorizzata
o La perdita o la distruzione accidentale o causata da atto illecito

Nella presente informativa sulla privacy vengono descritti i meccanismi di raccolta e trattamento dei dati adottati dal sito http://www.studiospalletti.it ; le informazioni che seguono non si applicano pertanto ad altri siti, prodotti o servizi non forniti direttamente da Soc. Spalletti srl, in linea e non in linea, né ad altri siti web eventualmente consultati dall´utente tramite link e/o attività poste in essere da terzi.

Si descrivono le modalità di gestione del sito, sia in riferimento al trattamento dei dati personali degli Utenti che lo consultano, sia dei dati che dovessero essere inviati spontaneamente dai Visitatori del sito, accessibile per via telematica a partire dall´indirizzo: www.studiospalletti.it . L´accesso al Sito presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy. Il "Titolare del trattamento" è Spalletti srl Via San Tommaso, 19 Località Santa Croce sull´arno
indirizzo e-mail red@leonet.it

Dati trattati

I sistemi informatici e le procedure software, preposte al funzionamento del sito acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali (dati di navigazione), la cui trasmissione è implicita nel corso del funzionamento dei protocolli di comunicazione Internet. Si precisa che il Titolare di questo sito non acquisisce le predette informazioni. Il trattamento dei dati avrà unicamente ad oggetto dati comuni: nome, cognome ed indirizzo di posta elettronica. In proposito si precisa che tale trattamento non riguarderà in alcun modo i dati personali sensibili (art. 4, comma 1, lett. d) e giudiziari (art. 4, comma 1, lett. e). I dati personali che dovessero essere inviati spontaneamente a questo sito, dai Visitatori dello stesso, mediante la compilazione del form di invio dati presente alla pagina "contattaci", saranno trattati secondo principi di correttezza, liceità e trasparenza, per la tutela della riservatezza e dei diritti degli interessati.

Finalità

Il trattamento dei dati personali ricevuti potrà essere finalizzato, a seconda dei casi, all´invio di comunicazioni commerciali, nonché, alla loro comunicazione ai soggetti nostri partners commerciali in attività di co-marketing e iniziative commerciali, alla gestione in funzione di eventuali e successivi rapporti con Spalletti srl, ovvero al mero scambio di informazioni e di contatti, comunque relative alle attività ed agli eventi organizzati ai quali Spalletti srl possa partecipare. In ogni caso, il trattamento riguarderà unicamente dati comuni.

Spalletti srl non raccoglie, né ricava dati personali o informazioni ottenute dal proprio sito al fine di divulgazione o vendita a soggetti esterni per finalità di marketing, né si presta all´invio di posta elettronica per conto di terzi.


Consenso

Il suo consenso al trattamento degli stessi dati con le modalità di cui sopra ai fini dell´esecuzione di attività finalizzate è facoltativo. Tuttavia il mancato conferimento potrebbe precludere lo svolgimento delle attività sopra descritte.

Collegamenti con siti terzi

Si prega di notare che il presente sito contiene collegamenti (links) ad altri siti (inclusi siti gestiti da Spalletti srl) i quali non sono governati da questa privacy policy.

Protezione delle informazioni personali
La ditta Spalletti srl protegge incondizionatamente la riservatezza delle informazioni personali. Le diverse tecnologie e procedure di protezione utilizzate sono finalizzate a proteggere le informazioni personali dall´accesso, l´utilizzo o la divulgazione non autorizzati. Ad esempio, le informazioni personali vengono memorizzate su sistemi di computer ad accesso limitato, collocati in strutture controllate.

Cookies

Un cookie è un file di testo di dimensioni ridotte salvato nel disco rigido dal server di una pagina Web. I cookie non possono essere utilizzati per eseguire programmi o inviare virus al computer dell´utente. I cookie vengono assegnati all´utente in maniera univoca e possono essere letti solo dal server Web del dominio che li ha inviati. Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. Il presente sito non utilizza neanche i c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell´utente e svaniscono con la chiusura del browser).

Web beacons

Le pagine Web e le nostre e-mail di aggiornamento non contengono immagini elettroniche, chiamate anche "one pixel GIFs", "clear GIFs" o "pixel tags". Sui siti Web esse permettono di conteggiare il numero degli utenti che hanno visitato le pagine e nei messaggi promozionali/newsletters via e-mail permettono di conteggiare quanti sottoscrittori li hanno letti. I Web beacons permettono di ottenere dati di carattere statistico relativamente alle attività e caratteristiche che più interessano i clienti al fine di fornire contenuti maggiormente personalizzati. Essi non sono utilizzati per accedere a dati personali senza il consenso.


Diritto di Accesso

Ai sensi dell´articolo 7 D. Lgs. n. 196/2003, ogni interessato potrà rivolgersi alla ditta Spalletti srl, indirizzo e-mail red@leonet.it per esercitare il proprio diritto di accesso.




Art.7: Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione: a) dell´origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere: a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.


Sito web realizzato e ospitato da ITALIASPORT.NET srl
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio